domenica 30 ottobre 2011

SHUELLA: YOUR SHOE UMBRELLA + CONCORSO 1000 ISCRITTI YT (chiuso...a giorni la scelta della vincitrice)

Buongiorno belè!
Oggi voglio parlarvi di un prodotto mooolto particolare e divertente: le SHUELLA!!!


Cosa sono?




Da un’idea geniale della designer americana Rebecca Miller, da anni alla ricerca di una soluzione stilosa e pratica per salvare le scarpe dalla pioggia, ecco SHUELLA - Your shoe umbrella.
 Il nome già dice tutto: shuella = shoes (sh) + umbrella (uella), ovvero ombrello per le scarpe. Sono sovrascarpe impermeabili praticissime e molto chic, che in caso di pioggia si infilano sopra le calzature (anche quelle con i tacchi), salvando  scarpe, piedi, orli dei pantaloni… ma anche serate, vacanze e appuntamenti! Cosa non da poco sono “tascabili” cioè contenute in una comoda bustina in dotazione! L’eleganza, il design e la funzionalità del prodotto ne fanno l’alleato ideale sia per le fashioniste che per le donne che puntano più alla praticità, e sono un’ottima alternativa agli ingombranti stivaloni da pioggia o alla scarpa di ricambio.

La pioggia scrosciante o anche solo il tempo incerto sono sempre stati sinonimo di divieto per decolletée in suede, sandali, open toe, calzature aperte o delicate in generale, condizionando le scelte di abbigliamento. Piuttosto che rischiare di rimetterci le scarpe e ritrovarsi con i piedi inzuppati, si optava inevitabilmente per scarpe chiuse e stivali. Con SHUELLA invece… via libera a tutte le scarpe, anche aperte e con tacco 10, perché sono studiate appositamente per salvare ogni calzatura! 



Il Brand:

SHUELLA, brand innovativo e recente ha già un curriculum di tutto rispetto! Dopo il successo riscosso all’esclusivo salone dell’accessorio Cloudnine – Pitti Immagine, area Neodesigner a Milano (28 febbraio-2 marzo 2010), è stato presentato come prodotto novità design nel corso del Fuorisalone di Milano (13-19 aprile 2010) ed è stato protagonista della FFaNY (Fashion Footwear Association) di New York (8-10 giugno 2010). Nel corso della Milano Fashion Week - Cloudnine 24-26 settembre 2010 - è stato definitivamente consacrato sorprendente novità dell’anno. 


Le novità:


La gamma dei colori si arricchisce di nuove tonalità: accanto ai 4 classici nero glam, pink fashion, giallo allegria, verde eco, arrivano il funzionale dark grey e l’elegantemente neutro toupe. Inoltre la nuova collezione è caratterizzata da importanti innovazioni tecniche di produzione: grazie a studi approfonditi sui materiali (pvc) SHUELLA sono ancora più morbide e più facilmente ripiegabili mantenendo nel contempo la caratteristica e peculiare resistenza, e presentando un nuovo effetto lucido ancora più di tendenza. I nuovi modelli inoltre hanno il tallone di rinforzo rigido già inserito, così da migliorare ulteriormente la praticità, il comfort e l’attenzione ai dettagli, evidenziata dall’accurata bordura del tallone. 
Tocco di classe in più: un pratico panno in spugna per asciugarle prima di riporle nella custodia. SHUELLA, leggere e confortevoli, sono disponibili in 7 taglie americane, dalla 5 alla 11 (ovvero dal numero 35 al 42 italiani, si suggerisce lo stesso numero delle scarpe). 






Dove acquistarle: 

SHUELLA sono attualmente in vendita in varie città italiane. Per l’elenco rivenditori si può visitare l’apposita sezione www.shuella.it/rivenditori.html e consiglio di iscrivervi alla newsletter per essere aggiornate in anteprima http://www.shuella.it/contatti.html#news
SHUELLA si possono anche acquistare comodamente nello shop online www.shuella.it/shop.html. 
Per vedere foto e video, scambiare opinioni, fare domande è disponibile la pagina Facebook 

Costo per singolo paio comprensivo delle spese di spedizione: 62,45$ (49,95$ + 12,50$) - circa 45€ 

N.B. Se acquisti più di un paio scrivi a info@shuella.it per avere lo sconto sulle spese di spedizione.

CONCORSO 1000 ISCRITTI SUL CANALE YOU TUBE

In merito al raggiungimento della soglia dei 1000 iscritti sul mio canale You Tube ho deciso di aprire un concorso, grazie anche allo splendido Team Shuella.it , che mi ha permesso di mettere in palio proprio un paio di SHUELLA!!!
Il concorso sarà solo ed esclusivamente su questo blog e non su YT dove pubblicherò un video presentazione + dimostrazione del prodotto...
I commenti validi saranno solo quelli sotto a questo post e non sotto al video citato!!!

Come fare per partecipare?

 Le regole :

- Iscrizione a questo blog;
- Iscrizione al mio canale You Tube: http://www.youtube.com/user/NurseLinda87
- Essere fan della pagina facebook di Shuellahttp://www.facebook.com/pages/Shuella/43485113243
- Scrivere un commento in risposta a questo post in cui mi raccontate la vostra avventura/disavventura di quella volta in cui avete indossato un paio di scarpe col tacco/ballerine/ sandali etc e vi siete prese un bell'acquazzone!!!

Il commento più originale, divertente, e  perché no , quello che racconta la storia più sfortunata vincerà il paio di SHUELLA!
Sarò io stessa con un team di giurati (genitori, fidanzato, fratello, amici etc...)  a decretare la vincitrice ^_^

Il concorso sarà valido da oggi 30/10/2011 fino al 30/11/2011.

Il nome della vincitrice sarà pubblicato nei giorni seguenti tramite un post su questo blog...sarà lei stessa a farsi sentire e a comunicare i suoi dati ma soprattutto il numero di scarpe!!!

In seguito vi lascio il video che pubblicherò sul canale YT dove vi mostro meglio le SHUELLA e la dimostrazione pratica su come si indossano!!!


E ORA IN BOCCA AL LUPO!!!
PS: se volete aggiungetemi ai miei amici su FB: http://www.facebook.com/NurseLinda87

bacioni
Linda

15 commenti:

  1. uhm la mia più grande disavventura con la pioggia è successa circa due anni fa, ero al primo appuntamento con un ragazzo eravamo andati al cinema io ovviamente super tacco alto (da nana che sono)...usciamo dal cinema...e il diluvio...senza ombrello e la macchina lontana...cercando di correre al riparo sono scivolata io trascinando lui bagnandoci tutti, per fortuna è finita fra tante risate XD

    RispondiElimina
  2. direi che non ho dubbi a raccontarti la mia disavventura. Era una bellissima mattina di sole e quindi sono andata all'università con le bermuda di jeans e sandali rasoterra. Verso le 16 avevo un appuntamento dalla dentista in centro e il tempo è cambiato improvvisamente. E' iniziato un acquazzone micidiale che mi impediva di vedere dove andavo. Mi sono rifugiata dentro Promod, ma mi sono allagata i sandali perchè la strada era immersa nell'acqua e quindi cosa ho fatto? Mi sono presa un paio di scarpe alte, con zeppa, le prime che ho trovato, e mi sono fatta dare 2 buste di plastica e scotch e mi sono avvolta tutti i piedi in queste buste. In un qualche modo sono arrivata poccia dalla dentista e quindi lei mi ha dato una divisa per andare a casa, con pantaloni e maglia fucsia. , sandali promod blu scomodissimi dentro le buste di plastica. sembravo uscita da qualche cartone animato. Per arrivare alla macchina ho fatto un giro dell'oca per evitare più gente possibile visto come ero ridotta. Risultato? Vesciche ai piedi, ovunque, capelli stile amy winehouse, trucco colato e una divisa fucsia! è stato un incubo. ^^

    RispondiElimina
  3. Ciauuu partecipo volentieri =)
    Una mia disavventura con le scarpe con il tacco risale ad un'annetto fa: era un sabato. Era la prima volta che indossavo delle bellissime scarpe tacco altissimo della guess (che mi costarono tutti gli eurini racimolati dal mio compleanno!) comprate pochi giorni prima... ero anche ai primi appuntamenti con colui che sarebbe diventato il mio ragazzo. Io e lui stavamo passeggiando lungo un corso pieno di negozi in una città vicino alla mia (quindi all'aperto!). All'inizio sembrava tutto ok... ma passata un'oretta circa, ecco che inizio a sentire un forte dolore sotto la pianta del piede sinistro... cerco di fare la disinvolta (ma si vedeva lontano un miglio che soffrivo e zoppicavo ç__ç)... intanto camminavamo e io sotto voce che soffrivo xD: arriviamo ad un bar all'aperto e siccome era quasi sera e il sole se ne era andato, ho potuto togliere le scarpe perchè da sotto al tavolo non si vedeva... ma ahimè, proprio quando stavo riacquistando un pò di sollievo inizia a piovereeeee! Non feci a tempo a rimettere subito le scarpe.. lui se ne accorse e feci una superfiguraccia... oltre lui, mi viddero anche altre persone -.-! Alla fine però lui si è messo a ridere e non mi ha manco presa in giro :D non posso dire lo stesso degli altri "spettatori" che invece reagirono diversamente ridendomi in faccia -.-! Alla fine però le scarpe fecero una brutta fine ç__ç mi dispiacque solo per i soldini che spesi per comprarle! Ecco, questa è stata una disavventura che non dimenticherò mai !!!!!!!!!

    FB: Sae Kurosawa
    YT: dearREILA
    Email: Tifafd[at]libero.it
    [at]=@

    RispondiElimina
  4. ehehe io ho l'imbarazzo della scelta degli episodi da raccontare.. sembra quasi che ogni volta che metto delle scarpe "delicate" si scateni il diluvio universale!!!
    La volta è "eclatante" è stata sicuramente quando avevo la bambina piccola e sono scesa con un bel paio di stivali di camoscio..
    Dopo un pò che ero in giro ha cominciato a venire giù l'impossibile e, completamente nel panico, non sapevo come fare x salvaguardare le scarpe e orientarmi con passeggino!
    Per chi mi guardava sarà stata sicuramente una scena degna di paperissima... che vergogna!! X__X

    piukina81@gmail.com

    RispondiElimina
  5. Il binomio tacchi/pioggia per me è stato disastroso in una serata che nn dimenticherò MAI! -.-'
    Una bella sera di 9 anni fa organizzammo un'uscita in discoteca alcuni amici e il mio ragazzo dell'epoca (la primissima occasione insieme).
    Era una serata di Luglio abbastanza placida però il tempo nn era per così dire "sincero"...io però ero a dir poco euforica ed elettrizzata anche perchè ero particolarmente presa dal ragazzo che frequentavo da pochissimo!
    Feci la mia entrata "trionfante" dinnanzi a lui tutta caruccia,tutta tirata, tutta pettinata ^_^ e con un "taccazzo" di 15 cm (scarpa rigorosamente nuova!).
    Arrivati ai parcheggi la mia baldanza però fu presto interrotta dalla breccia stradale che minò nn poco la mia falcata da "femme fatale" :P che cercava di ostentare sicurezza e femminilità a fatica, infatti il primo sassolino (grosso quanto una nocellina) s'infilo nella mia figherrima decollètè facendomi saltare e inciampare dal dolore! >.<
    Di lì la situazione precipitò poichè, come se nn bastasse, incominciò a piovere con insistenza e dunque la mia falcata da femminazza si trasformò in una goffissima corsa verso l'ingresso del locale che finì miseramente per lesionare il tacco a spillo della scarpa che disse "basta" al martoriamento e si spezzò! Mi ritrovai così con un cosino che penzolava sotto il mio tallone tra l'ilarità di tutti i presenti all'ingresso!
    Io diventai praticamente una peperonata calabrese dalla vergogna e anche dalla rabbia pensando alla serata rovinata e alla mia adorata scarpina di cenerentola tramutatasi in men che nn si dica in un vecchio scarpone fradicio e da buttare!
    Come finì la serata? il mio ragazzo stacco il tacco dalla scarpa e ne fece un trofeo divertendosi ad usarlo come improbabile microfono con tutti che si scompisciavano dalle risate!
    Volevo morire sotterrata all'istante tipo cartone manga!

    FB: Florinda Fraccalvieri
    YT: fradomy
    e-mail floryfrancy@inwind.it

    RispondiElimina
  6. ciao Linda! Ogni volta che devo fare qualcosa di importante scoppia un bel temporalone! Per esempio uno dei primi esami all'università, facevo la pendolare e appena scesa dal treno ecco che inizia a piovere forte..correndo dalla staz all'università mi sono caduti vocabolario e fogli sparsi di appunti che avevo in mano in una pozzanghera disastro! siccome tirava anche vento l'ombrello mi si è rtto ossia sollevato in alto, in più avevo le converse, che si sa oltre a bagnarsi molto facilmente, hanno dei buchetti ai lati quindi mi sono letteramlemte allagata i piedi e sono arrivata all'università tutta fradicia e sporca sembravo uno zombie! :( se avesis avuto le shuella magari sarebbe andata meglio!
    alice
    marialice pompilii su fb
    rosaspina86 su yt

    rosaspina86@gmail.com

    RispondiElimina
  7. Marzo 2001,una pioggerellina mi accompagna durante il tragitto scuola-casa e durante il cammino lungo una strada in discesa scivolai col sedere per terra e mi accorsi che il tacco dei miei stivali stile cow-boy si erano rotti , così decisi di chiamare a casa e qui viene il bello :" mamma , si è rotto il tacco"!!
    e mia mamma : chi ti ha rotto il c...?
    ripeto : mammaaaaa si è rotto il tacco !!!
    mamma : Ele , chi ti ha rotto il c...??
    io : mamma sono caduta e si è rotto il tacco ...
    mamma : e adesso dove sei ?
    io : sono fuori al chiosco ..
    mamma : non ti muovere da li

    dopo 10 min arriva un ometto vestito da Spider-Man da 1m e30 a portarmi un paio di scarpe....era mio fratello vestito da carnevale :-)

    elespot85@hotmail.it

    RispondiElimina
  8. vado a ^l rottamaio a buttare il cartone di avanzo, ovviamente ballerine. ci fanno scaricare al solito posto, ovvero un piazzale terroso. peccato che quel giorno era il primo di sole dopo 5 di pioggia. fango a gogo. quasi finito di scaricare faccio un gesto atletico cercando di scendere dal camion per evitare una pozzanghera di fango puro e ovviamente cosa faccio? ci finisco dentro con un piede intero. ovviamente le ballerine che portavano oltre a essere delle tods erano di mia madre. non mi ha piu prestato le scarpe :(

    RispondiElimina
  9. FB: caterina Mariposina
    yt: mariposinacate
    nick follower blog: catymariposina
    Quando frequentavo i corsi all'uni per comodità,mi recavo di tanto in tanto in tuta e scarpette da ginnastica;era uno dei quei giorni in cui avevo deciso di indossare una tenuta sportiva....appena scendo dall'autobus il diluvio...diluvio che mi ha accompagnato per 30 minuti di tragitto a piedi,nel quale naturalmente mi inzuppai tutta..il dramma doveva ancora cominciare..in quanto dovetti stare tutta l'intera giornata in quelle condizioni in quanto non avevo le possibilità di tornare a casa...Umida..infreddolita..in imbarazzo..insomma una di quelle giornateda dimenticare..terribili!!!!

    RispondiElimina
  10. Fb: https://www.facebook.com/profile.php?id=1633623852

    Googlefriendconnect: Somewhere Else

    You Tube: Somewherelese95

    Primaditutto inizio dicendo che questa trovata è davvero geniale! Io ero proprio a Londra quando ho beccato un forte acquazzone ed essendo lì da due settimane NO STOP avevo i piedi talmente gonfi e pieni di bolle che ho dovuto comprare delle infradito, così il giorno dopo finalmente le misi e tutta contenta uscita da Madame Tussaud's ecco il delirio, acqua acqua acqua e ancora acqua! Così dovetti arrivare fino all'Underground con i piedi zuppi e non sapendoci camminare anche senza scarpe :(
    Questi Shuella mi servirebbero davvero dato che vorrei andare a vivere a Londra ahahahha :D

    RispondiElimina
  11. io ho una storia banale ma reale...
    scena:
    mi metto in tiro per uscire con un ragazzo,tutta carina jeans stretti che per chiudere la zip mi sono dovuta stendere sul letto, giacchino corto e ovviamente troppo leggero per la serata autunnale (ma la moda, si sa, è pazzerella...) e un paio di scarpine da favola,di vernice nera,aperte davanti,tacco dodici.
    insomma il pomeriggio aveva fatto un simpatico acquazzone di inizio autunno (fine settembre inoltrata se non ricordo male) e c'erano le pozzanghere in ogni dove.
    scendo, aspetto per qualche secondo il boy che mi aveva fatto uno squillo sul telefonino e....
    splaaaaaaaaaaaaaaaaaaash!!!!!!!!!!!!!!!!
    una macchina mi prende in pieno.
    mentre io decidevo se piangere o urlare, la suddetta macchina percorre tutta la via, si ferma qua e la, rigira e....si ferma davanti a me.
    era quel pirla del mio accompagnatore.
    inutile dirvi che mi sono fidanzata con un'altro.

    RispondiElimina
  12. Per la serie...Io e le figuracce andiamo a braccetto...Irlanda... proprio questa estate.... Serata al college nella quale i prof cercano di insegnarti la danza irlandese...Per non essere impreparata mi ero guardata qualche video su you tube, ma avevo compreso che le mie capacità fisiche non mi avrebbero permesso tanto.. Decido così di fare la "furbata" e andare con i tacchi "Così non mi faranno ballare" ho pensato... Mi incammino sotto un bel sole e un freddo venticello tagliente con le mie scarpe nere e le mie calze color castoro...Si sa il clima li è molto più freddo...e il tempo un pò ballerino... Nuvole bianche... "uuuuh si sta coprendo"....Nuvole nere.."uuuh tra poco pioverà...meno male che sono quasi arrivata al college"... Acquazzone "oh cavolo non ce l'ho fatta!" e ovviamente con i tacchi non potevo di certo mettermi a correre! Raggiunto il college in evidente stato di stress psicologico ho cercato di asciugarmi alla meno peggio...ma come un gufo ecco spuntare il mio giovane tutor simpaticone "Come on! Let's Dance!" Ho cercato di spiegargli in toni simpatici che avevo frainteso il tema della serata e non mi ero vestita adeguatamente... Si è perso d'animo? Ovviamente no... Mi ha "obbligata" a togliermi le scarpe e a ballare con lui e gli altri... Inutile trovare altre scuse... non avevo il tempo di inventarle in inglese =_=... così ho dovuto farmene una ragione e inorridire alla vista delle mie calze color castoro bagnate fino alle caviglie (che ovviamente avevano assunto un colore più scuro)...Non mi è rimasto che maledire la mia idea di mettermi tacchi...con le calze color castoro... Almeno nere non avrebbero accentuato la differenza =_= "Ci saranno abituati" ho pensato "... in fondo li piove sempre"... mmm non ne sono proprio convinta...ma pensarlo mi fa stare meglio!XD

    RispondiElimina
  13. Questa trovata è utile e GENIALE.

    Volevo raccontare della prima volta che sono andata a trovare il mio attuale fidanzato. Io delle Marche, lui di Venezia. Ci siamo conosciuti in internet, e decidiamo di incontrarci nella sua città. Un giorno andiamo a fare un giro per Venezia, lui coi suoi stivali in gomma (oddio che vergogna), io tutta convinta coi miei tacchi. Bene, già non vi dico che tragedia, mezz'ora di ponti, su e giù e ancora su e di nuovo giù... AAHHHGG!! Piedi e caviglie non mi reggevano più. In mezzo alla nebbia che caratterizza il luogo (mamma quanta umidità in quei posti, brrr) mi porta in Piazza S.Marco... allagata. Lo str.... ehmm, il mio fantastico uomo, che come sempre me la deve far pagare, aveva avuto la brillante idea di portarmi a vedere Piazza S.Marco con l'acqua alta. Devo ammettere che è uno spettacolo meraviglioso (in fondo è sempre stato un romanticone), ma i miei piedini gridavano AIUTOOO e non me la son goduta come avrei dovuto. Come se non bastasse, da quel velo di nebbia iniziò anche a piovere, e mi son dovuta fiondare su una bancherella a comprare un ombrellino marcio a prezzo spropositato. E pazienza in piazza che ci son le passerelle, ma per tutte le altre stradine bisognava sguazzare nell'acqua e provate a immaginare la scena. Ombrellino sfrastico, tacchi coi piedi a pezzi e bagnati, e la beffa di quel simpatico ragazzo che non faceva altro che deridermi :s.
    Beh, solo ora capisco l'utilità di quegli orrendi ma comodi stivali in gomma verde :)

    FB: Diana Plebani
    yt: MrCharlyen
    email: zancorsi@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Ciao Linda!! Trovo bellissima questa idea Shuella :))) mi sarebbe utilissima nella vita quotidiana perchè sono stata operata alla fascia plantare per neuroma (un'odissea da agosto dell'anno scorso per via della cicatrice e del dolore...) e trovare scarpe per la pioggia o chiuse in generale che non mi diano problemi è davvero complicato. Quindi indossarle sopra quelle morbide e aperte sarebbe una ganzata!!! C'è un episodio che mi ricordo e che risale a poco tempo fa: è successo che ho indossato le scarpe aperte (sandali comodi estivi) da novembre in poi dello scorso anno per via dell'operazione al piede.. e eheh gli altri ovviamente in giro non sapevano, io ero già felicissima di poter camminare di nuovo e me ne sono fregata del brutto tempo e del freddo...però la gente guardava sta povera crista (cioè IO.....) che andava in giro con i sandali ciabatte mentre faceva freddo e con il tempo incerto.... non è stato facile, avessi avuto le Shuella cavolini mi avrebbe salvato proprio.. Non posso indossare scarpe chiuse pesanti nemmeno ora o con una certa forma perchè troppo strette... anche ora metto quei tre paia di scarpe..questa soluzione che hai proposto è davvero una genialata... e sono convinta che oltre che aiutare persone che portano le scarpe con i tacchi, possa servire anche a coloro che non riescono a tener su scarpe di peso o costringenti....non vedrei l'ora di provarle... un abbraccio immenso!!!!!!!!!!! :) Ciao Linda..

    RispondiElimina
  15. Cristina Marchini24 maggio 2012 15:25

    Ah cavolini, ho visto la data del concorso solo ora...peccato sia chiuso....comunque volevo ringraziarti perchè grazie a te ho conosciuto questo nuovo marchio...mi piacerebbe farmele regalare...speriamo..... :) ciaoo

    RispondiElimina